Garini racconta Garini
01 Dic 2016

Garini racconta Garini

DOVE VIVI?
Diciamo che sono residente a Milano, ma considero quella sul Lago Maggiore la mia vera casa, dove mi trasferisco dalla tarda primavera, all’inizio dell’autunno. Un luogo al quale sono molto legato e dove sento che affondano le mie radici.

garini2

COME SONO LE TUE CASE?
Vengo da una famiglia molto unita e piramidale, quindi sia a Milano che al lago abitiamo vicini.
A Milano, già i miei nonni avevano riunito la famiglia in un unico stabile, ora ci sono i miei genitori, noi figli e i nipoti che continuiamo la tradizione dell’abitare vicini. Io, in più, ho trasferito allo stesso indirizzo anche il mio studio, come si dice quindi, ho fatto “casa e bottega” scelta molto comoda, della quale sono molto contento.

garini3
Al lago invece la nostra proprietà o come mi piace dire, il mio regno, si affaccia proprio sull’acqua. Io occupo la villa che era dei miei nonni, progettata da mio nonno, famoso architetto del’900 e costruita alla fine degli anni ‘40, con un meraviglioso affaccio sul panorama del lago, mentre i miei genitori occupano la casa colonica che risale al ‘500 e che si trova nella parte più alta del nostro giardino.

garini4
Direttamente sul lago, costruita sulla darsena c’è poi la dependance per i nostri ospiti, che naturalmente sono ben contenti di usufruirne

CI DICI QUALCOSA DEL LORO STILE?
Amo molto i pezzi d’antiquariato, quindi sia a Milano che al lago ho arredato le mie case con questa impronta. La casa di Milano è caratterizzata da colori più intensi e da tessuti caldi come i velluti e i lampassi; quella del lago invece ha colori solari e accostamenti inediti che riportano allo stile glamour delle villeggiature anni ‘50

garini5 
garini6 

LA TUA CAMERA PREFERITA?
La mia camera da letto al lago, ampia, luminosa con una splendida vista sull’acqua, con un letto che adoro fin da quando ero piccolo e dove immaginavo di essere un piccolo principe… con un piccolo salottino privato e quasi segreto, che ho trasformato nel mio studiolo. Una camera nella quale mi sento bene e in pace con il mondo.

PARETI BIANCHE O CON TANTI QUADRI/OPERE?
Mai bianco, ma sempre colore e poi quadri, magari raccolti per temi, collezioni di piatti, decorazioni varie…

A QUALI OGGETTI SEI PIÙ AFFEZIONATO?
Difficile dirlo, la lista sarebbe lunga e si dividerebbe tra ciò che ho ricevuto in regalo dalla mia famiglia e ciò che ho trovato nelle mie ricerche in giro per il mondo.

LUCE, SPAZIO, ARREDAMENTO. A QUALI DAI PIÙ IMPORTANZA?
Il risultato perfetto si raggiunge solo con un giusto equilibrio tra le tre voci. Uno spazio piccolo può trasformarsi in qualcosa di bello se arredato con eleganza e sapientemente illuminato.

TU ARCHITETTO. QUALE RAPPORTO TRA DESIGN E IL MATRIMONIO?
Per me il matrimonio è un ambito di intervento creativo e progettuale. Non si tratta di coordinare solamente colori e temi, come spesso, erroneamente si pensa, ma piuttosto di studiare gi spazi per valorizzarli con la giusta decorazione, l’illuminazione più corretta, le scenografie più particolari, quindi, per me, realizzare un matrimonio è fare design dell’evento.

garini7

DOVE SOGNI DI VIVERE?
In una casa piena di libri, con un giardino pieno di fiori, circondato dalla mia famiglia e dai miei amici più cari.

garini8

UN OGGETTO DA CUI NON TI SEPARERESTI MAI?
I miei braccialetti…

L’ULTIMO ACQUISTO PER IL TUO GUARDAROBA?
Più che un acquisto, si tratta di un regalo, una cravatta di Hermes (porto solo quelle con qualche deroga a favore di Marinella) ricevuta da parte di tutti i miei partner responsabile delle nostre sedi in Italia e in Europa.

I LIBRI SUL COMODINO
Da consultare ogni tanto: i libri sul giardino;
da leggere: sempre un nuovo titolo, senza mai interruzioni tra l’uno e l’altro.


Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.